Eurozona, fiducia consumatori migliora. USA, mercato immobiliare sempre più caldo

Nel mese di settembre migliora la fiducia dei consumatori dell’Eurozona, spinta dal buon andamento della campagna vaccinale e dalle progressive riaperture. Negli USA è sempre più difficile acquistare un’abitazione. Le compravendite di case esistenti è sceso ad agosto del 2%. Questo ed altro nella K Briefing di metà settimana.

Cina, tassi prime fermi a settembre. Nessuna novità sui tassi prime per i finanziamenti a imprese e famiglie. La banca centrale cinese lascia tutto invariato per il 17° mese consecutivo: 3.85% per le scadenze ad 1 anno; 4.65% per le scadenze a 5 anni. La decisione è in linea con le attese del mercato.

Giappone, banca centrale lascia tassi invariati. Niente di nuovo sul fronte tassi nemmeno per la BoJ. La banca centrale giapponese mantiene il riferimento al -0.1% e conferma lo yield curve control sui titoli a 10 anni attorno allo 0%. Più interessante il commento sulla situazione dell’economia giapponese. La banca sottolinea la delicata fase per produzione ed esportazioni, rallentate dalle difficoltà della supply chain. I consumi continuano ad essere fiacchi, specie per quel che riguarda il settore dei servizi. Sul fronte dei prezzi l’istituto centrale non vede brusche variazioni nei prossimi mesi. Insomma, un quadro non del tutto incoraggiante che fa dire al governatore della BoJ che la banca rimane pronta a prendere tutte le misure necessarie per sostenere la ripresa.

Sud Africa, inflazione rimane sopra target banca centrale. Nel mese di agosto l’inflazione sudafricana ha riaccelerato, passando dal 4.6% al 4.9%, sopra le attese del mercato e ancora più lontana dal target della banca centrale, fissato al 4.5%. Su base mensile l’aumento è stato dello 0.4%, in calo rispetto al +1.1% del mese precedente ma comunque sopra le attese del mercato. Dedotte le componenti più volatili, l’indice dei prezzi al consumo ha segnato in agosto un incremento annuo del 3.1%, un decimo in più del mese precedente ma in linea con le attese.

Eurozona, stima indice di fiducia consumatori migliora. La stima flash dell’indice di fiducia dei consumatori elaborato dalla Commissione Europea segnala un inatteso rialzo. L’indicatore tocca quota -4, il valore più alto dal giugno scorso, 1.3 punti in più rispetto ad agosto e 1.8 punti in più rispetto alle attese. La prosecuzione della campagna vaccinale e l’annuncio di ulteriori riaperture, specie sul fronte degli spostamenti, sembra infondere ottimismo nei cittadini dell’Eurozona. Allargando lo sguardo all’intera EU la situazione è simile, con l’indice che passa da -6.3 a -5.2.

USA, vendite di case esistenti. Sono sempre meno le case esistenti in vendita negli USA. Lo stock è diminuito ad agosto dell’1.9%, a quota 1.29 milioni di abitazioni. Una disponibilità che all’attuale ritmo di vendite andrebbe esaurita in poco meno di tre mesi. Aumenta anche il prezzo medio: +14.9% rispetto all’agosto del 2020. La conseguenza di questi dati è un calo delle compravendite: -2%.

Foto di Bruno /Germany

Gli ultimi articoli di Ekonomia.it direttamente nella tua casella mail. Iscriviti qui sotto.
I dati trasmessi attraverso questo modulo sono trattati secondo la nostra privacy policy, in linea con la normativa vigente. Per nessun motivo verranno ceduti a terze parti o utilizzati per l'invio di messaggi di natura commerciale.