C’è un problema finanziario con i Millennials?

Si scrive millennials, si legge fascia di popolazione nata tra il 1981 e il 1996. E guardando i dati relativi ai loro redditi, patrimoni e debiti sembra esserci un problema con questa classe di età.

I dati in questione sono quelli relativi agli USA e l’analisi è stata condotta e pubblicata recentemente da Bloomberg. Cosa emerge? In estrema sintesi un peggioramento, sensibile, dei parametri finanziari dei millennials rispetto alle generazioni che li hanno preceduti. Mettendo la cosa in cifre, dal report curato da Olivia Rockeman e Catarina Saraiava si evince che i cittadini statunitensi che compiono quest’anno 40 anni hanno una ricchezza personale pari, in media, all’80% di quella posseduta alla stessa età dalla generazione dei boomer (i nati negli anni 50 dello scorso secolo).

Non solo. Rispetto ai loro genitori i neo 40enni hanno più debiti, molti più debiti. Circa 128 mila dollari in media, contro i 60mila dei loro genitori all’età di 40 anni. Con salari che non hanno subito grossi mutamenti nel tempo, il rapporto tra debiti e redditi è passato dallo 0.85 dei boomer 40enni all’1.82 dei nati nel 1981. A venir meno in questo periodo di tempo è stato sempre più il patrimonio. Anche qui un rapporto è più esplicito di tante parole: per i boomer 40enni i debiti avevano un valore pari a circa metà del patrimonio posseduto; per i 40enni USA del 2021 la massa di debito supera di quasi un 1/4 il patrimonio.

Cosa ha causato questo netto calo di ricchezza? Qualcuno potrebbe parlare di sfortuna, anche se la sfortuna in finanza non esiste. E pur vero, però, che l’addensarsi di crisi profonde nel primo decennio del 21° secolo ha giocato un ruolo molto importante sull’attuale situazione finanziaria dei millennials. La crisi del 2008 è considerata la principale causa di questo declino del patrimonio. Una generazione cresciuta nella prosperità degli anni 90, si è ritrovata, all’ingresso dell’età adulta, con una delle fasi recessive più pesanti dal 1929.

Viene da chiedersi cosa potrà provocare la pandemia, viste le premesse. In realtà, come suggeriscono le autrici del report, almeno negli USA, l’enorme massa di spesa pubblica che sta per rovesciarsi sulll’economia USA potrebbe dare ai millennials l’ultima chance per raggiungere i livelli di ricchezza dei propro genitori. Sempre che, aggiungiamo noi, l’inflazione non deragli.

Foto di StockSnap

Borsino MacroEconomico
Spazio Etf - Analisi e strategie con gli etf