USA, ottobre: vendite al dettaglio fiacche, produzione industriale rimbalza

Negli USA ad ottobre le vendite al dettaglio sono cresciute per il sesto mese consecutivo ma ad un ritmo rallentato; rimbalza, invece, la produzione industriale. Questo ed altro nella K Briefing di oggi.

Norvegia fuori dalla recessione. Fine recessione tecnica anche per la Norvegia che nel terzo trimestre ha segnato una crescita del PIL del 4.6%, due decimali sopra le attese. La crescita record arriva dopo due trimestri con il segno meno ed è trainata dai consumi interni e dalla spesa pubblica. Segno meno per le esportazioni nette, mentre è da segnalare la ripresa dell’attività collegata al petrolio, +2.1% contro il +1.8% del secondo trimestre.

Italia, bene export a settembre. Migliora la bilancia commerciale italiana in settembre, con un bel dato delle esportazioni (+2.7% su base mensile) ed una leggera flessione delle importazioni (-0.6%). A livello trimestrale le esportazioni (soprattutto beni strumentali e beni intermedi) hanno segnato un aumento del 30.4%, le importazioni del 21.7%. Molto vivo il commercio extra UE (+8.1% a settembre su base mensile), mentre latita la zona europea. Tra i principali “compratori” spicca la Cina con un aumento su base annua del 33%, seguono Svizzera (+15%) e USA (+11%).

USA, vendite al dettaglio in ottobre. Le vendite al dettaglio negli USA crescono per il sesto mese consecutivo ma il ritmo è decisamente in rallentamento. Su base mensile l’avanzata è dello 0.3%, due decimali sotto le attese e molto distante dal +1.6% (rivisto al ribasso) di settembre. Sotto le attese anche il dato core ed il paniere control. Su base annua il saldo è positivo, con un incremento del 5.68%, meno del +5.98% di settembre (rivisto al rialzo). L’effetto anticipo sulle vendite natalizie non sembra per ora esserci stato, complice il rialzo dei contagi da covid che ha indotto ad una maggior prudenza i consumatori statunitensi. Sul fronte dell’online da segnalare il dato Nonstore retailers, cresciuto del 3.1%

USA, produzione industriale ad ottobre. Rimbalzo della produzione industriale statunitense ad ottobre. Dopo il -0.4% di settembre l’output cresce dell’1.1%, meglio delle attese (un decimale in più), andando ulteriormente a ridurre il gap dal periodo pre-pandemia (-5.6%). Su base annua la produzione industriale è ancora inferiore del 5.34%, in miglioramento rispetto al -6.73% di settembre (rivisto al ribasso). L’output manifatturiero segna un incremento mensile dell’1%. In miglioramento rispetto a settembre e sopra alle attese; l’utilizzo della capacità produttiva è salito al 72.8% (dal 72% di settembre).

Foto di Michal Jarmoluk

Vuoi ricevere KBriefing con tutte le notizie macro della giornata nella tua mail? Compila il form qui sotto.
I dati trasmessi attraverso questo modulo sono trattati secondo la nostra privacy policy, in linea con la normativa vigente. Per nessun motivo verranno ceduti a terze parti o utilizzati per l'invio di messaggi di natura commerciale.
Borsino MacroEconomico
Spazio Etf - Analisi e strategie con gli etf