Canada, vendite al dettaglio in calo. USA aspettative di inflazione ai minimi

Nella giornata macro spiccano due dati interessanti. L’inattesa frenata in Canada delle vendite al dettaglio e le aspettative di inflazione di lungo periodo negli USA, giunte ai minimi storici. Di questo ed altro parliamo nell’ultima K Briefing della settimana.

Consumatori Europei. L’indice GfK che misura la fiducia dei consumatori tedeschi per il prossimo mese rimane sostanzialmente stabile a 9,6. Cresce a dicembre la fiducia dei consumatori italiani, sale oltre le attese a 110,8 (da 108,6). I consumatori francesi hanno speso un po’ meno nel mese di novembre, su base mensile il dato aumenta dello 0.1% contro attese di +0.3%

UK, PIL terzo trimestre meglio di attese. La revisione delle stime del 3° trimestre 2019 ritocca al rialzo la crescita del prodotto interno lordo inglese. +0.4% (da +0.3%) il risultato rispetto al trimestre precedente e +1.1% (da +1%) il dato su base annua.

USA, revisione PIL 3° trimestre non cambia numeri. Confermato il +2.1% di crescita su base trimestrale per gli USA nel terzo trimestre 2019. Rivisti al rialzo i dati sulle spese, +3.2% da +2.9% della stima precedente. Il dato è però compensato da una diminuzione delle scorte. Combinate assieme, le due variazioni mantengono il tasso di crescita trimestrale al 2,1%.

Canada, vendite al dettaglio in calo. Il calo nelle vendite di auto e di ricambi porta sotto le attese le vendite al dettaglio del mese di ottobre. -1.2% contro attese di un +0.5%. Le vendite calano in 8 degli 11 settori in cui vengono tradizionalmente suddivise. Il dato core scende dello 0.5%. Dopo il mercato del lavoro e la produzione industriale, anche le vendite segnano uno stop inatteso. La conseguenza diretta dovrebbe essere un brutto dato sul PIL del 4° trimestre.

USA, consumi, aspettative ed inflazione. L’ University of Michigan ha rilasciato oggi un po’ di dati sulle aspettative dei consumatori. In generale il sentiment migliora più del previsto, portandosi da 96.8 a 99.6 (massimo a 7 mesi). Cresce sia la componente relativa alle aspettative, sia quella relativa alla condizione attuale. Le aspettative di inflazione calano. Quella a 5 anni scende a 2.20%, da 2.5%, si tratta del dato più basso mai registrato dal 1970 ad oggi. Il PCE price index, monitorato dalla FED, indica una sostanziale stabilità dei prezzi (+0.1% su base mensile, +1.7% su base annua). Buone notizie arrivano dal dato sulle spese personali, +0.4% su mese a novembre. Cresce anche il reddito personale, +0.5% a novembre, meglio delle attese.

L'articolo completo è visibile solo per gli utenti abbonati al servizio K Briefing

Foto di David Mark

Vuoi ricevere KBriefing con tutte le notizie macro della giornata nella tua mail? Compila il form qui sotto.

I dati trasmessi attraverso questo modulo sono trattati secondo la nostra privacy policy, in linea con la normativa vigente. Per nessun motivo verranno ceduti a terze parti o utilizzati per l'invio di messaggi di natura commerciale.

Lascia un commento